Per informazioni chiama +39.348.1075965 - o scrivi a info@consulenzaristorazione.it

Come aprire un ristorante.

Consulenza e formazione per il settore alberghiero e ristorativo.

Come aprire un ristorante?

Propongo consulenze aziendali e percorsi formativi con affiancamento operativo, sarai costantemente seguito, supportato ed assistito per tutto il tempo necessario alla realizzazione del tuo progetto imprenditoriale.

Training intensivo svolto direttamente presso la sede o attività del cliente in tutta l’Italia o Estero

Consulenza aziendale e servizi di orientamento e formazione su come aprire un ristorante, bar, pizzeria, hotel o qualunque altro tipo di locale nel settore food & beverage

Soluzioni chiavi in mano per la tua Impresa, dal disegno progettuale all’inaugurazione

Esperienza e professionalità al tuo servizio

 

Requisiti e iter burocratico per aprire un ristorante

Quali sono i requisiti, le autorizzazioni e l’iter burocratico che bisogna seguire per aprire un ristorante lì vediamo di seguito.

Requisiti di legge:

  • Essere maggiorenni.
  • Non essere stati interdetti o dichiarati falliti.
  • Possedere l’abilitazione SAB (ex REC) ottenibile frequentando l’omonimo corso (Somministrazione Alimenti e Bevande). Il corso viene effettuato da enti provinciali o enti privati (anche online). Il corso è facoltativo se si ha lavorato come dipendente per almeno due anni negli ultimi cinque nel settore della ristorazione e se si possiede un diploma di scuola alberghiera o equipollente.
  • Idoneità del locale (presenza di bagno interno ad uso dei clienti, bagno interno ad uso dei dipendenti, condizione acustica).
  • Piano HACCP, sostituisce il vecchio libretto sanitario ed necessario che non solo il proprietario, ma anche tutte le maestranze seguano il relativo corso dove si viene eruditi sulle corrette procedure per il trattamento, la preparazione, la manipolazione e la somministrazione di cibi e bevande.
  • Redazione piano di autocontrollo HACCP da inviare all’ASL o all’ente sanitario preposto nel comune riportante: 1) dati aziendali e caratteristiche dei prodotti che si intende servire 2) elencare di possedere i prerequisiti strutturali necessari e le modalità operative che devono essere garantite per produrre alimenti sicuri ed integri. 3) il piano HACCP.
  • l’Idoneità Sanitaria del locale. Verificare che l’impianto idrico, l’eventuale canna fumaria, il trattamento rifiuti, la distanza minima tra cucina e sala, l’impianto elettrico siano a norma in base alle specifiche richieste dall’ASL.

Autorizzazioni da richiedere e adempimenti fiscali

  • Apertura partita IVA in forma individuale o costituzione di una società 
  • Iscrizione all’ente INPS
  • Iscrizione all’INAIL
  • Presentazione della SCIA (segnalazione certificata di inizio attività) da inviare online al Comune dove si aprirà l’attività.
  • Comunicazione Unica da inviare telematicamente alla Camera di commercio.
  • Procedere alla registrazione del contratto d’affitto negli uffici del Registro.
  • Iscrizione al CONAI (consorzio nazionale imballaggi).
  • Comunicazione all’agenzia delle dogane l’eventuale vendita di alcolici nel locale.
  • Autorizzazione all’esposizione insegna da comunicare al Comune
  • Se desiderate diffondere musica nel locale dovrete versare quanto richiesto dalla SIAE per i diritti d’autore.

Per tutti gli adempimenti fiscali riportati sopra è sempre opportuno appoggiarsi ad un commercialista che vi possa fornire una consulenza precisa e puntuale a riguardo ed espletare le relative pratiche.

 

Dettaglio dei controlli e verifiche nella fase pre apertura di un ristorante

  • Destinazione d’uso dei locali e controllo contratto d’affitto
  • Agibilità dei locali e messa in regola con relative certificazioni degli impianti elettrici idraulici e del gas
  • Verifica situazione fiscale “debiti insoluti ecc.” tramite agenzia delle entrate
  • Chiamare un tecnico per la verifica e messa appunto delle eventuali attrezzature presenti nel ristorante

 

Altri servizi e consulenze:

 

– Valutazione della fattibilità d’impresa

– Redazione del business plan

– Realizzazione del disegno progettuale

– Layout delle attrezzature e dell’arredamento con la gestione dei flussi

– Analisi e gestione dei costi d’impresa e del food cost piatto

– Come aprire un ristorante attraverso nuovi concetti di ristorazione “prodotto, servizio e tendenze del momento”

– Formazione e aggiornamento per il personale nei reparti “cucina, pizzeria, sala, bar, area manager e direzione”

– Selezione e scelta dei fornitori (hotellerie, arredi, attrezzature, generi alimentari, prodotti di consumo, software)

– Studio e definizione del Break Event Point (punto di pareggio)

– Pubblicità e comunicazione online e offline

– Fidelizzazione della clientela

– Tecniche di vendita e strategie di marketing specifiche per il settore ristorativo e alberghiero

Se non hai i requisiti professionali, propongo servizi di delega/preposto (ATTESTATO ex REC-SAB) requisito obbligatorio per l’apertura di attività con somministrazione alimenti e bevande 

 

Aprire un ristorante all'Estero

Consulenze specializzate per l’apertura di attività nel settore ristorativo all’Estero 

Aree d’intervento:

– Affiancamento con supporto pratico in tutte le fasi del progetto dal disegno progettuale all’inaugurazione

– Business plan specifico per l’apertura di attività all’Estero

– Ricerca o valutazione della location

– Legislazione ed aspetti burocratici

– Adempimenti e norme igienico sanitarie

– Tasse e imposte

– Ricerca di studi professionali specializzati in materia commerciale (Avvocati; Architetti; Commercialisti; Consulenti immobiliari)

– Ricerca e selezione dei fornitori per le attrezzature, arredamento, prodotti e generi alimentari

– Ricerca aziende per l’Import-Export dei prodotti di consumo e generi alimentari

– Corsi di formazione e aggiornamento per i reparti cucina, sala e area manager direttamente presso l’azienda del cliente in qualsiasi parte del Mondo

contattami

cellulare Alexander De Nigris

 

 

 

 

 

 

 

Back to Top
Enter your Infotext or Widgets here...