Natale 2015: come si organizza il ristorante

cena-natale

Il Natale è il periodo più intenso dell’anno per un ristorante, ma se l’organizzazione è ben studiata e curata è certamente un momento di grande soddisfazione, anche per i clienti che potranno godere di un pranzo o di una cena in un’atmosfera allegra anche se frenetica.

Tutto inizia dietro le quinte, con un’analisi accurata per la quale è indispensabile l’aiuto del Food Cost, ossia il conto dei costi di produzione, gestione, conservazione e di servizio necessari perchè il piatto arrivi in tavola e soddisfi il cliente.

Nei costi sono da considerare quelli relativi alle materie prime e tutti i costi fissi, quindi manodopera per la preparazione dei cibi, costo del personale compresi i loro pasti, l’ammortamento delle varie attrezzature di cucina. Oltre ai costi è necessario analizzare le ricette, valutare l’attribuzione dei prezzi e conoscere i cicli di vita delle materie prime.

Ecco una manciata di consigli preziosi per calcolare al meglio il Food Cost:

  • Per avere un’idea di quante portate dovrai preparare, analizza le vendite precedenti, considerando il tipo di domanda e la stagionalità.
  • Mantieni il controllo delle porzioni e del costo, senza confondere il costo del cibo consumato con il costo del cibo venduto, e tieni sempre traccia scritta degli eventuali sprechi e prodotti di scarto.
  • Calendarizza gli inventari, ad esempio con cadenza mensile.
  • Tieni traccia scritta del numero di vendite per ogni piatto presente sul menù.

Oltre all’analisi di cui abbiamo appena parlato, per organizzare al meglio il periodo natalizio è importante un menù ben strutturato ed adeguato, con proposte classiche del periodo, ma dove deve necessariamente trovare spazio anche qualche novità gastronomica, e in questo campo la pasticceria italiana come ogni anno non manca di stupirci con le sue proposte innovative.

Quest’anno le creazioni dei grandi chef vanno dal Panettone alla cassata siciliana, a quello al limone di Sorrento, e ancora quello alla Grappa o alla birra, e tanto altro ancora. E non possiamo non citare il Campione cioccolatiere Davide Comaschi, che quest’anno propone un Panettun Sacher, l’unione di due specialità internazionali darà vita ad un dolce farcito con marmellata di albicocche e glassato con cioccolato fondente.

Ora hai dei validi spunti dai quali partire per l’organizzazione di questo Natale, ma l’aiuto di un consulente ti risolverà in maniera precisa e veloce ogni difficoltà organizzativa, così tu potrai dedicare qualche ora alla realizzazione del tuo speciale Dolce Natalizio, i clienti apprezzeranno senza dubbio il finale in dolcezza di un pranzo ben riuscito.

Contattami subito, Alexander de Nigris 3481075965

contattami